Band Aero Story | Biografia Aerosmith

Nome reale: Stephen Victor Tallarico
Nickname: The Demon of Screamin' 
B-day: March 26, 1948 New York City (Yonkers)
Strumenti: Voce, armonica, mandolino, pianoforte etc.
WebSite: Steven Tyler
Nome reale: Anthony Joseph Perry
Nickname: Joe Fuckin' Perry
B-day: September 10, 1950 Lawrwence Mass
Strumenti: Chitarra, cori
WebSite: Joe Perry
Nome reale: Joseph Michael Kramer
Nickname: Kramedog
B-day: June 21, 1950 New York City (The Bronx)
Strumenti: Batteria, percussioni
WebSite: Joey Kramer
Nome reale: Thomas William Hamilton
Nickname: Mr. Sweet Emotion
B-day: December 31, 1951 Colorado Springs, CO
Strumenti: Basso, tastiera
WebSite: Tom Hamilton
Nome reale: Brad Earnest Whitford
Nickname: Bad Brad
B-day: February 23, 1952 Winchester, MA
Strumenti: Chitarra
WebSite:

Aerosmith Biografia

Incredibilmente popolari negli anni '70, gli Aerosmith sono stati i protagonisti di uno dei più strabilianti ritorni della storia del rock a cavallo fra gli anni '80 e '90. Combinando un rock di ispirazione blues e l'immagine da bad boy tipica dei Rolling Stones con fiammeggianti riff metal à la Kiss, gli Aerosmith si sono aggiudicati un gran numero di hit radiofoniche e hanno preparato la strada per le band di pop-metal degli anni '80.

Guidati da un leader carismatico [Steven Tyler], caratterizzati da una presenza scenica furiosa, icone del rock'n'roll vecchia maniera , i 'ragazzi' non si sono limitati a fare musica. Sono paladini della lotta contro la censura, e lo hanno dimostrato provvedendo ai fondi di una mostra d'arte fotografica esplicita e scandalosa al MIT; hanno incitato le giovani folle americane a votare alle elezioni presidenziali producendo "Rock The Vote" e soprattutto sono apparsi in un episodio della serie animata I Simpson . E quando questo accade, la Rock And Roll Hall Of Fame è solo a due passi di distanza…

La storia degli Aerosmith comincia nel 1970 a Sunapee, New Hampshire, dove il vocalist Steven Tallarico (allora batterista dei Chain Reaction) incontra per la prima volta il chitarrista Joe Perry che suona nella Jam Band. Reclutati il bassista Tom Hamilton, il batterista Joey Kramer e il chitarrista Ray Tabano – che più tardi lascerà la band, sostituito con Brad Whitford, per poi ritornare come loro Marketing Director - il gruppo si trasferisce a Boston; Steven cambia il suo cognome in un più 'musicale' Tyler e il gruppo comincia a farsi un nome nel Nord Est statunitense. Dopo aver firmato un contratto con la Columbia, pubblicano l'omonimo album di debutto alla fine del 1973: registrato e mixato in appena due settimane, il disco è un grande successo, grazie al singolo "Dream On" . Dopo un tour durato per la maggior parte del 1974 con gruppi come Mott The Hoople e Kinks, gli Aerosmith ritornano a fine anno con "Get Your Wings", che rimane nelle classifiche per oltre 85 settimane nonostante la scarsa rotazione radiofonica e grazie all'appassionato seguito della band.

L'album del 1975 "Toys In The Attic" è la svolta: gli Aerosmith diventano un nome popolare in tutti gli USA e la più grande attrazione live sul suolo americano, insieme agli ZZ Top e ai Kiss. Singoli da Top 40 come "Sweet Emotion" e "Walk This Way" proiettano l'LP nelle posizioni alte delle chart e diventano pietre miliari del rock classico. Il successo dell'album porta alla re-release di "Dream On", che rientra in Top 10 all'inizio del 1976. Il follow-up del 1977, "Draw The Line", inciso in un vecchio convento, registra vendite di platino. A seguito di un tour nel 1978, gli Aerosmith appaiono nel film "Sgt Pepper's Lonely Hearts Club Band", nel quale eseguono la cover di "Come Together" . Contenuto all'interno del loro album live dello stesso anno, "Live! Bootleg", "Come Together" è l'ultima grande hit radiofonica di Tyler&co negli anni '70. Una nota di colore: lo stesso anno la band sgancia 3.650 dollari di cauzione per far uscire di prigione 52 fan che avevano violato il divieto di fumo durante un loro concerto in Indiana.

Dopo l'uscita di "Night In The Ruts" del 1979, Joe Perry comincia a lavorare a un progetto solista, The Joe Perry Project, mentre il chitarrista Brad Whitford lascia la band per mettersi insieme all'ex-chitarrista di Ted Nugent, Derek St. Holmes. I due vengono sostituiti da Jimmy Crespo e Rick Dufay. Nel frattempo Steven Tyler rimane coinvolto in un serio incidente motociclistico , che lo costringe al letto d'ospedale per mesi. A seguito della pubblicazione del "Greatest Hits", che vende oltre sei milioni di copie, i nuovi Aerosmith realizzano l'LP "Rock In A Hard Place" nel 1982, che però non ottiene il successo dei suoi predecessori e fa emergere una carenza di creatività da parte della band. Poco dopo la sua pubblicazione, la band viene scaricata dalla Columbia.

Il giorno di San Valentino 1984 Perry e Whitford vanno nel backstage di un concerto dei loro ex-colleghi per fare un saluto: le ferite cominciano a rimarginarsi e a fine anno viene ufficialmente annunciato il tanto atteso tour della reunion . E' proprio durante questa serie di live che Steven collassa mentre è sul palco, dimostrando di non essere ancora riuscito a superare i suoi problemi con l'alcol e con la droga. Firmato un contratto con la Geffen, la band intraprende una nuova fase della propria carriera con la pubblicazione nel 1986 di "Done With Mirrors" , che segna il ritorno alla lineup originale e al sound che aveva reso famosi gli Aerosmith negli anni Settanta. A seguito di un programma di disintossicazione dalla droga per Perry e Tyler e di un'apparizione cameo sulla cover di "Walk This Way" ad opera dei Run DMC (e prodotta da Rick Rubin), i rocker tornano sotto i riflettori e il singolo diventa un successone su MTV. Il management degli Aerosmith comincia così a pensare attentamente al grande ritorno sulle scene della band.

Lavorando con lo stesso team responsabile degli album dei Bon Jovi, ovvero il cantautore Desmond Child e il produttore Bruce Fairbum, gli Aerosmith incidono il bellissimo "Permanent Vacation", album da cui scaturiscono gli smash hit "Dude (Looks Like A Lady)" (inclusa in seguito nella colonna sonora del film "Beavis & Butthead Alla Conquista Dell'America"), "Rag Doll" e "Angel" e cominciano a collezionare i loro primi MTV Video Music Awards. Il disco vende oltre tre milioni di copie e vola fino alla posizione numero 11, preparando la strada per il loro "Pump" del 1989. Con singoli fortissimi come "Janie's Got A Gun" e "Love In An Elevator", l'album vende quattro milioni di copie e arriva al n° 5, solidificando il più grande comeback nella storia del rock .

Un tour mondiale di grosse dimensioni gli fa seguito e il gruppo firma un nuovo contratto con la Columbia (nonostante debbano alla Geffen altri due album). "Get A Grip" del 1993 continua la formula vincente degli Aerosmith, debuttando in vetta alle chart e generando hit come "Livin' On The Edge", "Cryin'" e la power ballad "Amazing". Un grande risultato, considerata la popolarità decrescente del pop metal in quesro periodo. Il disco finisce per vendere 12 milioni di copie in tutto il mondo e fa guadagnare alla band 2 Grammy Award. L'anno dopo gli Aerosmith si imbarcano in un tour mondiale, presentandosi anche a Woodstock '94. Nel frattempo viene pubblicata la compilation "Big Ones" che esaurisce il loro contratto con la Geffen.

Il secondo debutto degli Aerosmith con la Columbia, "Nine Lives", diventa disco d'oro in sei paesi, platino in uno e doppio platino in due. La band intraprende un tour mondiale di successo partendo da Newcastle, in Inghilterra, nel maggio 1997, ma poi l'irruenza di Steven on stage fa sì che si procuri un incidente al ginocchio durante una delle sue tipiche roteate di microfono e gran parte del tour estivo europeo viene cancellata. Nel 1998 gli Aerosmith ottengono il primo singolo alla n° 1 con "I Don't Want To Miss A Thing", theme-song del film "Armageddon" – che ha per protagonista femminile Liv Tyler [già protagonista insieme ad Alicia Silverstone del celebre video Crazy del 1994], la bellissima figlia di Steven; la canzone si aggiudica anche una nomination agli Oscar e parecchi Grammy.

Nello stesso anno la Ferrari di Joe Kramer si incendia mentre è dal benzinaio e, seppure Joey riesca a salvarsi riportando ustioni di secondo grado al braccio sinistro e danni minori alle gambe, il tour americano viene posticipato. Nell'ottobre gli Aerosmith si guadagnano una certa fama su Internet facendo il webcast del loro live a Holmdel , New Jersey; gli utenti hanno la possibilità di fare da registi all'evento, cambiando angolazione e prospettiva in diretta. Prima di salire sul palco, Steven e soci si dilettano a chattare con i loro fan. Sempre nel 1998 il gruppo pubblica un doppio album live intitolato "A Little South Of Sanity".

Tre anni più tardi nel 2001, gli Aerosmith ritornano con l'album in studio Just push play. La pubblicazione è coincisa con l'ingresso degli Aerosmith nella Rock & Roll Hall of Fame. E' il primo album in studio degli Aerosmith dopo il grande successo da multiplatino del 1997 di Nine Lives ed è anche il primo disco del gruppo ad essere prodotto dai due leader Steven Tyler e Joe Perry (insieme a Mark Hudson e Marti Frederiksen).
Il disco, pieno delle inconfondibili melodie e dei riff rock che sono il marchio di fabbrica degli Aerosmith, viene pubblicato in Europa e Australia con una traccia in più rispetto all'edizione Americana, dal titolo "Face" e il video del singolo "Jaded". I fan degli Aerosmith hanno avuto un assaggio di Just Push Play quando la band ha presentato il primo singolo "Jaded" agli American Music Awards nel gennaio dello stesso anno. Gli Aerosmith ricevono il prestigioso International Artist Award, che è stato assegnato solo cinque volte in 28 anni (in passato l'avevano ricevuto i Led Zeppelin, Rod Stewart, Michael Jackson e i Bee Gees).

Nel gennaio 2001 gli Aerosmith danno un ulteriore segno della loro immensa reputazione da live band, partecipando ad uno spettacolo dal vivo per MTV, andato in onda nell'intervallo del Super Bowl con un audience di 86.5 milioni di telespettatori. In quell'occasione, al fianco di artisti come N'SYNC, Britney Spears, Mary J. Blige e Nelly, hanno eseguito un medley di "I Don't Want To Miss A Thing", "Jaded", "Walk This Way". L'evento ha attratto il maggior numero di telespettatori di ogni altro show di questo tipo nella storia del Super Bowl.

"O, Yeah! Ultimate Aerosmith Hits", l'ennesima raccolta della loro carriera (solo nel 2001, per fare un esempio, ne sono state pubblicate 3 di varia concezione, tra cui "Young Lust: The Aerosmith Anthology"), esce con due pregevoli inediti: "Girls of Summer" e "Lay It Down", appositamente registrati per questa monumentale raccolta. L'antologia è impreziosita da differenti copertine in 3D in edizione limitata.
Il disco celebra 30 anni di incisioni per la Columbia Records e raccoglie 30 fra le più significative canzoni di una delle più grandi rock'n'roll band del mondo, fra le poche ad aver conservato tutto lo smalto degli inizi.

Nel 2004 gli Aerosmith danno finalmente alle stampe il disco di cui si parlava da una vita, il famigerato ‘album blues' della band, che esce col titolo di “Honkin' on Bobo”; segue un lungo tour negli USA e in Giappone.

Tra il 2005 e il 2006 escono altri due live per la gioia dei fans, “You gotta move” e “Rockin' the Join” entrambi con un dvd interamente live e immagini inedite. Anche per questi due album la promozione live che caratterizza gli Aerosmith non si fa aspettare, portando ancora una volta i mitici bad boys on the road in tour. Non si può certo dire che gli Aerosmith non abbiano imparato come rimanere sempre sulla cresta dell'onda.

Ancora nel 2006 esce la raccolta "Devil's got a new disguise - The very best of Aerosmith" che apre il terreno per il tour mondiale nel 2007, a Novembre dello stesso anno la band incomincia a lavorare al nuovo disco, che comprende vecchie tracce remixate accanto a brani inediti.

Nel 2009, dopo la cancellazione di alcuni show americani per la rottura della spalla di Tyler a causa di una caduta dal palco in agosto del frontman, i rapporti tra lo stesso cantante e il resto del gruppo si fanno tesi: il chitarrista Joe Perry fa infatti sapere che la band non è in contatto con Steven e di essere in cerca di un altro cantante. Grazie al rientro nei ranghi di Tyler, la band in febbraio annuncia un tour per l'estate 2010, che li porterà prima in sudamerica, poi oltreoceano in europa tra cui in Italia all'Heineken Jammin' Festival, per concludersi infine negli USA. Ma le tensioni in casa Aerosmith non finiscono: Steven Tyler accetta il ruolo di giudice nella nuova edizione del talent show American Idol e dai media parte di nuovo la voce di un'imminente rottura della band, i cui membri a quanto pare non sono d'accordo con la scelta del cantante. Questa voce però viene smentita dagli stessi Aerosmith.

Dopo diversi anni, la band è tornata al lavoro per la pubblicazione di un nuovo album in studio che sarà, come definito dal batterista Joey Kramer, in pieno stile "old-school".
Dalla primavera del 2011 Steven Tyler affianca Jennifer Lopez e Randy Jackson nella giuria di American Idol, il famoso talent show americano. Il 3 maggio il cantante ha inoltre pubblicato la sua autobiografia, Does the Noise in my Head Bother You?, una raccolta di memorie e racconti dei molteplici aspetti della sua vita. Pochi giorni dopo, è uscito in download digitale il suo primo singolo da solista, (It) Feels So Good, che ha raggiunto la posizione numero 9 nella Top Ten di iTunes. Attualmente, stando a quanto annunciato da Joe Perry, la band sta lavorando sul loro quindicesimo album in studio affiancati dal produttore Jack Douglas. Gli impegni di Tyler dovuti alla sua partecipazione ad American Idol hanno fatto slittare la data di uscita dell'album. Nell'estate 2011 sono cominciate le registrazioni in studio. Secondo quanto affermava il produttore, Jack Douglas, il nuovo album di inediti sarebbe dovuto uscire a maggio 2012, ma la partecipazione di Tyler ad America Idol ha fatto slittare di nuovo la data, portandola, stavolta ufficialmente, al 6 novembre 2012. Il 23 maggio 2012, in occasione della puntata finale di American Idol, gli Aerosmith si sono esibiti con il primo singolo estratto dall'album, "Legendary Child", il cui video è stato rilasciato all'inizio di luglio. A fine agosto sono usciti altri due singoli, "Lover Alot" e la ballad "What Could Have Been Love", per la quale è stato girato un altro video. L'album "Music From Another Dimension" non riscuote il grande successo aspettato e dopo l'inizio ai primi posti dopo poco tempo scende sempre più nella classifica americana Billboard.
Il 2013 vede un periodo di pausa prima di cominciare nuovamente il tour che dovrebbe portarli in tutto il mondo. Comincerà a fine aprile e per ora sono state annunciate solo 6 date in Nuova Zelanda, Australia, Filippine e Indonesia.


Noi tutti restiamo in attesa... nel frattempo... up the ^A^!

Si ringrazia FraTyler per la collaborazione